Home » Realtà aumentata, una sfida aperta

Realtà aumentata, una sfida aperta

by | 27 June 2022

Realtà aumentata, una sfida aperta

É decisamente il social network del momento. I suoi iscritti sono in costante crescita, e se prima era utilizzato per lo più dai teenager, oggi TikTok si diffonde anche tra i meno giovani. La piattaforma cresce, e così anche l’azienda che la gestisce. Per questo le autorità irlandesi, dove TikTok ha la sede europea, hanno annunciato la creazione di 1000 nuovi posti di lavoro nel Paese, portando i dipendenti oltre le 3mila unità (Repubblica). Anche il social network cinese ha iniziato la sua scommessa sulla realtà aumentata.

Secondo un rapporto pubblicato dal sito Protocol, che cita fonti vicine al dossier, la società proprietaria dell’app, ByteDance, ha intenzione di investire “tonnellate di denaro” per lo sviluppo di contenuti relativi alla realtà virtuale, anche in vista del lancio del metaverso da parte di Meta. Sembra che gran parte dell’investimento di ByteDance sia destinato alle assunzioni, in particolare di specialisti del software che dovranno creare la piattaforma (Ansa).

Porte aperte

La società madre di TikTok è anche proprietaria di Pico, il fornitore di visori per la realtà virtuale che la scorsa settimana ha annunciato di volersi espandere ulteriormente anche negli Stati Uniti. Pico ha pubblicato oltre 40 nuove offerte di lavoro per ingegneri del software che saranno impegnati negli uffici di Seattle e San Diego.

Secondo Protocol, Bytedance sta investendo un capitale significativo anche nel mondo dei giochi e delle esperienze virtuali, proprio grazie agli hardware prodotti da Pico. L’azienda cerca ora figure professionali diverse, dai manager per la strategia dei videogiochi ai responsabili delle operazioni e gli esperti di marketing che “guideranno i prodotti di Pico nel mercato statunitense” (The Verge).

In crescita

Insomma, la sfida tra colossi è aperta, mentre il mondo della realtà virtuale cresce rapidamente. Secondo i dati degli analisti di Idc, infatti, il mercato globale dei visori di questo tipo è cresciuto del 92% anno su anno nel 2021, e la stima è che il tasso di crescita alla fine del 2022 sia pari al 46,9%.

Nei prossimi quattro anni si prevede che saranno spediti almeno 50 milioni di visori, soprattutto grazie alle attività di aziende come Meta, ma anche grazie all’ingresso nel settore di nuovi attori come Apple. L’azienda di Cupertino, scrive il New York Times, si sta preparando alla sfida del metaverso, e per questo ha arruolato registi di Hollywood come Jon Favreau per creare prodotti che fondano il mondo fisico e quello virtuale.

 

0 Comments

Articoli recenti

Articoli recenti