Home » Lo stretto indispensabile

Lo stretto indispensabile

da | 13 Settembre 2022

Lo stretto indispensabile

 

Mettere la vita davanti al lavoro senza rinunciare al proprio stipendio, ma facendo solo il minimo indispensabile per conservarlo. La nuova parola d’ordine del lavoro post pandemico si chiama “quiet quitting” e ne avrete certamente già sentito parlare. Il trend è spopolato qualche mese fa su TikTok e ha occupato gran parte degli spazi e delle discussioni su Internet. La tendenza sta emergendo soprattutto tra i giovani Millennial e la Generazione Z. L’espressione è decollata in entrambe le superpotenze rivali del futuro, Stati Uniti e Cina, dove è stata ribattezzata “mo yu”, la filosofia del “toccare i pesci” (Repubblica). I post di TikTok sul quiet quitting, scrive il Guardian, potrebbero infatti essere stati ispirati proprio dai social media cinesi, dove l’hashtag #TangPing – sdraiato – è stato censurato dopo essere stato probabilmente provocato dalla cultura dell’orario di lavoro prolungato.

Non chiamatelo “smettere”

C’è chi l’ha considerato un grido di battaglia contro il lavoro, e chi semplicemente lo ha interpretato come un richiamo verso un nuovo e più sano modo di lavorare. Sul canale reddit r/antiwok, un forum che conta più di 2 milioni di persone diventato famoso durante la pandemia con il motto “disoccupazione per tutti, non solo per i ricchi”, le persone incolpano i media per la copertura frenetica di un concetto che dovrebbe essere considerato la norma, non una nuova scandalosa tendenza. Quiet quitting significa “semplicemente fare il proprio lavoro”, si legge sul canale. Gli appassionati del concetto la descrivono come una nuova mentalità, capace di stabilire dei confini di lavoro sani, un ritiro furtivo dalla cultura frenetica che ha dominato l’era pre pandemica (Bloomberg). 

  • Quiet quitting, ovvero addio al lavoro extra (Wall Street Journal
  • Il quiet quitting non è niente di nuovo (Bbc).

Tendenza cinese

Colpisce la diffusione in Cina, ma c’è una buona ragione se le nuove generazioni del Dragone sono giunte a simili conclusioni. Lavorare duro non porta più al successo, in un Paese che ha raggiunto il picco demografico, diceva il fondatore di Alibaba Jack Ma. I giovani lo hanno preso alla lettera, e per questo evitano di sprecare tutte le loro energie per una fatica sostanzialmente inutile, preferendo “toccare i pesci”: arrivare al lavoro più tardi possibile, prendere lunghe pause pranzo, staccare appena il contratto lo consente, magari sfruttando lo smart working. 

 

  • Il quiet quitting è una buona idea? (Bloomberg). 

0 commenti

Articoli recenti

Articoli recenti

Come scrivere una lettera di presentazione?

Come scrivere una lettera di presentazione?

Lettera di presentazione: cos'è, come scriverla ed esempi ​​Candidarsi per un ruolo lavorativo richiede tempo e cura dei dettagli: non è solo importante scrivere al meglio il proprio curriculum...

leggi tutto