Home » L’auto del futuro

L’auto del futuro

da | 8 Luglio 2022

L’auto del futuro 

La scorsa settimana l’Unione europea ha deciso il futuro del mercato automobilistico. La fumata bianca è arrivata, dopo lunghi negoziati, quando i Ministri dell’Ambiente degli Stati membri hanno trovato l’accordo sul maxi provvedimento dedicato al clima, il cosiddetto Fit for 55. Il pacchetto prevede, tra le altre cose, anche lo stop alla vendita di auto a benzina e diesel nel 2035, con l’obiettivo di ridurre le emissioni di Co2 del 100% (Politico). Mentre il mercato si prepara a una transizione epocale, gli esperti si stanno già domandando quale sarà l’impatto di questo accordo sul mondo del lavoro (Corriere). 

Crisi della filiera

La guida dei veicoli elettrici, ha scritto per esempio il Financial Times, metterà a rischio qualcosa come 22mila posti di lavoro nel Regno Unito. Circa il 15% dei lavori di produzione nel settore automobilistico sono infatti impiegati in aree specializzate come motori, sistemi di scarico o serbatoi di carburante. Per questi segmenti di mercato, dedicati alla componentistica tradizionale, il passaggio all’elettrificazione presenta grandi sfide e potrebbe lasciare indietro migliaia di lavoratori con competenze non trasferibili. Per questo il governo britannico sta cercando di attirare i produttori di batterie per prepararsi alla produzione esclusivamente elettrica. Allo stesso tempo, però, l’elettrificazione promette di creare numerosi posti di lavoro, come sta già accadendo in diverse aziende, tra cui la Ford che ha annunciato oltre 6mila assunzioni negli Stati Uniti per aumentare la produzione di veicoli elettrici (Cnbc).

Governare la transizione

Le assunzioni nel settore elettrico sono aumentate di quasi il 30% in due anni (Cnbc). Le aziende stanno facendo ingenti investimenti e impiegando forza lavoro per diversi ruoli. Si ricercano soprattutto risorse con competenze nella meccanica, da cui è possibile impiegare lavoratori per l’analisi dei dati, lo sviluppo, la progettazione, il monitoraggio e la simulazione dei chip.

Quanto all’Italia, secondo l’associazione di categoria Anfia, l’elettrico potrebbe portare alla perdita di 70mila posti di lavoro. Anche nel nostro Paese, infatti, la transizione ecologica ed energetica sta cambiando profondamente l’industria automobilistica alle prese con l’elettrificazione. Un processo, scrive il Corriere, che se ben governato potrebbe portare crescita e occupazione, ma che presenta anche rischi enormi dal punto di vista sociale. 

 

  • Stanno arrivando le auto di Apple e Google (Vox).
  • La Cina vuole dominare l’industria dell’auto elettrica (Wired).

0 commenti

Articoli recenti

Articoli recenti

Come affrontare un colloquio di lavoro?

Come affrontare un colloquio di lavoro?

Come affrontare un colloquio di lavoro: tutti i consigli L’idea di sostenere un colloquio di lavoro è fonte di ansia e di preoccupazione per molti candidati. La maggior parte di loro si concentra...

leggi tutto