Home » Centrare i propri obiettivi, tra pianificazione e benessere mentale

Centrare i propri obiettivi, tra pianificazione e benessere mentale

by | 16 January 2023

Centrare i propri obiettivi, tra pianificazione e benessere mentale

Intervista a Giusi Valentini, coach e imprenditrice digitale.

 

 

Ci siamo passati tutti: dopo aver dedicato i primi giorni di un nuovo anno a definire con precisione una serie di buoni propositi, ci siamo scontrati presto o tardi con il fatto che non saremmo riusciti a perseguirli. Ma perché ci succede questo? Lo abbiamo chiesto a Giusi Valentini, la prima ospite del calendario eventi 2023 di Phyd. Coach, giornalista, esperta di mindfulness, Giusi da tempo propone contenuti e attività pensati per aiutare le persone a (ri)trovare il giusto rapporto con se stessi.

 

Giusi, come mai all’inizio dell’anno ce la mettiamo tutta dandoci obiettivi e traguardi e poi, spesso dopo pochi mesi, disperdiamo tutto questo sano entusiasmo?

Spesso questo capita perché ci diamo troppi obiettivi, da raggiungere simultaneamente. E perché riflettiamo un po’ troppo poco sul tema della pianificazione.

 

Puoi spiegarti meglio?

Dovremmo darci un singolo obiettivo, e definire con precisione come poterlo conseguire, trasformandolo magari in una routine quotidiana. Una volta metabolizzata questa soddisfazione, possiamo passare a un secondo obiettivo. Sempre ricordando però di pianificare le azioni per intraprenderlo.

 

Ci faresti un esempio concreto?

Il suggerimento che do a tutti è di fermarsi, prendere carta e penna e scrivere come, passo dopo passo, intendiamo arrivare là dove vogliamo andare. Per esempio, ipotizziamo che io voglia cambiare lavoro: quale lavoro voglio fare? Il mio cv è aggiornato? Il mio profilo LinkedIn è coerente ed efficace? Ho dei contatti nel mio network che mi possono aiutare? Farsi tante domande è fondamentale; le risposte ci aiuteranno a tracciare un vero piano d’azione.

 

In tutto questo, quale è il ruolo della salute e del benessere mentale?

È decisivo: parte tutto da lì. Se non stiamo bene, nel senso più profondo e vero del termine, difficilmente potremo cambiare come vorremo la nostra vita.

 

Nel corso del 2022 si è parlato tantissimo di benessere mentale. Cosa ne pensi? Secondo te è una “moda” o si tratta invece di un tassello verso una nuova consapevolezza collettiva?

Spero davvero che si tratti un cambiamento strutturale e culturale. Per troppo tempo parlare del nostro benessere psicologico è stato un tabu. Sogno un mondo nel quale vedere qualcuno seduto su una panchina con gli occhi chiusi impegnato in una meditazione non desti più alcuna sorpresa o curiosità. E lo stesso spero che possa presto valere per lo yoga o il tai-chi. Confido che siamo sulla buona strada.

 

È interessante notare come anche le generazioni più giovani stiano sviluppando una sensibilità verso questo tema.

La Gen Z è sopraffatta da stimoli e input provenienti dai social e non è semplice trovare un equilibrio. Vivono una stagione dell’esistenza che li spinge a fare tutto senza però magari sapere con precisione chi davvero vorrebbero essere. È un tema molto delicato.

 

Che suggerimenti ti senti di dare?

In primo luogo, suggerisco un po’ di digital detox. Ma non tanto inteso come sconnessione drastica dall’universo digitale. Piuttosto, suggerisco a tutti di scegliere con cura quali profili seguire, di interrogarsi su quali persone realmente ci ispirano e ci aiutano a stare meglio. E poi, invito tutti a dire “basta” al confronto con gli altri. Ognuno di noi unico e irripetibile. Viviamo fino in fondo la nostra vita, consapevoli di questa nostra unicità, che rende tutti noi assolutamente speciali!

 

Per rivedere l’evento “New year planning tips & meditation” con Giusi Valentini, clicca qui.

0 Comments

Articoli recenti

Articoli recenti

Cantiere Lavoro

Cantiere Lavoro

Cantiere Lavoro La neo Ministra del Lavoro, Marina Calderone, è una consulente del settore da oltre 20 anni, nonché presidente dell’Ordine dei consulenti dal 2005. Profonda conoscitrice del mercato...

read more
Bulli d’ufficio

Bulli d’ufficio

Bulli d'ufficio C’è il collega violento alle prese con gli scatti di rabbia, quello che invece attua una strategia più sottile, fatta di tacite suggestioni e comportamenti scorretti, oppure quello...

read more
Segnali positivi

Segnali positivi

Segnali positivi Nei primi otto mesi del 2022 in Italia c’è stato un boom dei contratti a tempo indeterminato, scrive il Corriere. A scattare la fotografia sulle condizioni del mercato del...

read more
Corso in grafica 3D: come sceglierlo

Corso in grafica 3D: come sceglierlo

Corso in grafica 3D: caratteristiche e perché sceglierlo Se un tempo i disegni in due dimensioni - realizzati su carta o attraverso software installati su un computer - erano alla base delle...

read more
Fuga dall’Italia

Fuga dall’Italia

Fuga dall'Italia  Se da un lato la pandemia ha frenato l’economia italiana, dall’altro non ha impedito ai giovani del nostro Paese di partire per l'estero, facendo così segnare una percentuale...

read more